Esplora contenuti correlati

Repertorio atto n. 51/CU

Intesa, ai sensi dell’articolo 1, comma 251, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sullo schema di decreto di modifica al D.D.G. 6 novembre 2018, n. 523, di individuazione delle modalità attuative della sperimentazione di interventi in favore di coloro che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Rep. Atti n.     51/CU                   del 6 giugno 2019                                            

LA CONFERENZA UNIFICATA

Nell’odierna seduta del  6 giugno 2019:

  

VISTO l’articolo 1, comma 250, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, il quale dispone che nell’ambito della quota del Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale, è riservato, in via sperimentale, un importo pari a 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020, per interventi, da effettuare anche in un numero limitato di ambiti territoriali, volti a permettere di completare il percorso di crescita verso l’autonomia, a coloro che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria;

VISTO il comma 251 del medesimo articolo 1, il quale dispone che, con decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, sentito il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, previa intesa in sede di Conferenza Unificata, sono stabilite le modalità di attuazione della suddetta sperimentazione;

VISTO il decreto-legge n.4 del 28 gennaio 2019 “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni“ convertito , con modificazioni , dalla legge 28 marzo 2019, n. 26;

VISTA la nota del 3 giugno 2019 con la quale il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha trasmesso, ai fini del perfezionamento della prescritta intesa, lo schema di decreto di modifica al D.D.G. 6 novembre 2018, n. 523, di individuazione delle modalità attuative della sperimentazione di interventi in favore di coloro che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria, ritenendo necessario aggiornare la progettazione di cui all’All. A del suddetto decreto alla luce delle modalità di erogazione e dei criteri per l’individuazione dei beneficiari del Reddito di cittadinanza, nonché alcune disposizioni di cui al D.D.G. 6 novembre 2018, n. 523;

VISTA la lettera del 4 giugno 2019, con la quale il suddetto provvedimento è stato portato a conoscenza delle Regioni, delle Province autonome e degli Enti locali;

VISTA la nota del 5 giugno 2019 con la quale il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha inviato il parere favorevole del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca;

VISTA la nota del Ministero dell’economia e finanze del 6 giugno 2019, partecipata in pari data, con la quale si segnala la necessità di inserire nel provvedimento la specifica clausola di invarianza finanziaria e  di predisporre una relazione tecnica atta a dimostrare che i parametri fissati dal decreto in esame risultino coerenti col limite di spesa prevista e il relativo profilo temporale;

CONSIDERATO che, nel corso dell’odierna seduta di questa Conferenza, le Regioni , l’ANCI e l’UPI hanno espresso avviso favorevole al perfezionamento dell’intesa ;

ACQUISITO, quindi, l’assenso del Governo, delle Regioni, delle Province autonome di Trento e di Bolzano e degli Enti locali;

SANCISCE INTESA

nei termini di cui in premessa, sullo schema di decreto di modifica al D.D.G. 6 novembre 2018, n. 523, di individuazione delle modalità attuative della sperimentazione di interventi in favore di coloro che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Per saperne di più

Torna all'inizio del contenuto